ISOLA D'ELBA

Guida ISOLA D'ELBA

La più grande delle isole dell’Arcipelago Toscano è l’isola d’Elba, a circa 10 km dalla costa, si trova tra il mar Ligure, il Canale di Piombino, il mar Tirreno ed il canale di Corsica. L’isola ha vari comuni che fanno capo alla provincia di Livorno, il principale è Portoferraio.

Elba accoglie flussi di turisti nazionali ed internazionali, grazie alla sua natura è divenuta meta di vacanza, in quanto ogni viaggiatore e vacanziere ha la possibilità di soddisfare le proprie esigenze: spiagge, scogliere, calette, baie, fondali ricchi di pesci e piante e anche ottimi percorsi per chi ama andare in bici o in moto, per chi ama gli sport acquatici.

CENNI STORICI SULL'ISOLA D'ELBA

Storicamente, l’isola è stata importante per via della presenza del ferro, ed è sempre stata terra di conquista. Dai Ligures era chiamata Ilva, dai Greci fu detta Aethalia e fu sempre ambitissima sia per le miniere, che per la sua posizione geografica ed anche per il porto, porto naturale più sicuro nel Mediterraneo. Passò in seguito agli Etruschi e ai romani, nel Medioevo passò dai Pisani ai Medici, fino agli Arabi, Spagnoli ed Inglesi.

LE SPIAGGE DELL'ISOLA D'ELBA

L’isola d’Elba offre una varietà di panorami: dagli scorci romantici, ai tradizionali borghi dei pescatori, dai paesini arroccati agli antichi castelli, dagli incantevoli golfi a splendide spiagge di sabbia e di ciottoli. Alcune delle spiagge da non perdere sull’isola sono Acquaviva - piccola spiaggia di ciottoli bianchi, nel comune di Portoferraio; Bagnaia - spiaggia nel golfo di Portoferraio, attrezzata con stabilimenti balneari e noleggi, bar e ristoranti; Bagno - piccola spiaggia composta da ciottoli medio grandi, multicolore; Cala dei Frati - piccola spiaggia di ciottoli bianchi, raggiungibile solo via mare, riparata dai venti; La Fenicia - grande spiaggia di ciottoli a Marciana Marina, che offre numerosi servizi ed accesso ai disabili; Galenzana - un luogo straordinario e riservato circondato da macchia mediterranea.

LA FESTA DELL'UVA DI PORTOFERRAIO

Una suggestiva tradizione che va avanti dagli inizi del 1900 è la festa dell’uva, a Portoferraio: qui, tra canti e balli, sfilano carri allegorici dedicati all’uva e alla vendemmia. A Capolivieri è possibile visitare una miniera di ferro, la miniera Calamita, conosciuta dal tempo degli etruschi fino al 1980, anno in cui fu chiusa; è possibile visitare la galleria Ginevro, che è l’unica sotterranea ancora visitabile. Tra profumi, vista del bellissimo mare e colori una tappa interessante è a Formiche della Zanca; scogli che affiorano dal mare, con cavità e grotte offrono uno spettacolo di flora e fauna davvero speciale.

Guide viaggio correlate