ISOLE CICLADI

Guida ISOLE CICLADI

Nel complicato dedalo di isole tra la Grecia e la Turchia, proprio al centro del Mar Egeo, troviamo le Isole Cicladi.

Perennemente baciate dal sole, queste isole che si trovano nella parte più orientale della Grecia sono da sempre la meta di chi vuole godersi il sole ed il mare, il tutto condito con una piacevole brezza chiamata ‘meltemi’ che mitiga le temperature che alle volte possono raggiungere anche i quaranta gradi nelle estati più calde.

CURIOSITA' SULLE ISOLE CICLADI

L’arcipelago è formato da 220 isole più o meno grandi di cui la più famosa è sicuramente Santorini ma nel cui interno si trovano altrettante perle di incomparabile bellezza come Andros, Delos, Ios, Milos e Mykonos. Come il resto di questa porzione di mondo queste isole trasudano storia fin da tempi immemorabili. Abbiamo testimonianze antichissime un’arte elevata fin dai tempi dell’età del bronzo: la cosiddetta ‘civiltà cicladica’ venne identificata alla fine del 1800 e furono trovati attraverso scavi archeologici molti idoli femminili che purtroppo nel corso del ventesimo secolo furono trafugati e rivenduti generando un traffico di falsi considerevole.

Queste popolazioni che anticamente si sostentavano con cereali, pesce e prodotti derivati da capre e pecore vennero nel corso dei secoli dominate da popolazioni provenienti da nord come Achei, Ioni ed Eoli che ne determinarono il corso della storia. La mitologia e la storia stessa si intrecciano in queste terre ed ognuna di queste isole ha una propria leggenda ed una mitologia che riguarda il suo nome e nascita.

MARE, SOLE E TRADIZIONE GRECA DELLE ISOLE CICLADI

Ma queste isole non sono solo storia e leggenda sono soprattutto mare e sole: qui troviamo infatti le casette bianche e blu tipiche della tradizione greca e vie minuscole e contorte che fanno da sfondo al mare calmo, insomma rappresentano il prototipo dell’idea di isola che ognuno si aspetta di trovare in questa porzione di Mar Egeo.

Quando è meglio andare in questo angolo di paradiso? Le isole sono molte ma solo circa una ventina sono quelle oggetto di turismo e data la moltitudine di persone che normalmente si riversa su queste coste il consiglio che possiamo dare è andarci verso i primi di luglio quando l’acqua è già calda ma le spiagge sono meno affollate.